Top
Top

Nuovi tipi di lavoratori per nuovi tipi di lavoro

La ricerca "Work Smart. Work Mobile." ha consentito di comprendere meglio le abitudini dei lavoratori con approcci al lavoro tipicamente diversi; ad esempio, è emerso che quasi il 60% delle persone resta con la batteria scarica mentre lavora una volta al mese, il che significa che ¾ delle persone sono costrette a combattere questo problema portandosi dietro un caricabatterie.
Il mondo del lavoro ha colto le esigenze dei lavoratori in movimento? I 2/3 dei lavoratori lavorano fuori dal proprio ufficio.

Top

Work Smart. Work Mobile.

Il lavoro "agile" non è solo un altro modo per accedere al web, è uno stile di vita.

Top

 

Un nuovo tipo di mobilità

  • Come sarà il futuro della tua vita lavorativa? "Work Smart. Work Mobile" analizza in che modo le nuove tecnologie e i nuovi approcci al lavoro potrebbero influire sulla tua vita.

  • I nuovi dispositivi mobili vengono adottati alla velocità della luce. La diffusione di smartphone e tablet è stata 10 volte più rapida rispetto all'acquisto dei computer 20 anni prima. Vista la velocità dell'avanzamento tecnologico, insieme all'aumento della nostra capacità di adattarci (in particolare nei lavoratori più giovani), gli strumenti che useremo nel futuro avranno una vita media sempre più breve. Nelle nostre vite personali e lavorative, vivremo in un costante stato di "aggiornamento" accelerato (ci sono già più cellulari che persone al mondo, man mano che i modelli vecchi vengono dismessi).

Top

Sei uno smart worker?

Il lavoratore nomade

  • Lo “Smart working” implica una funzionalità trasversale, per cui le persone sono esposte a nuove idee, nuovi modi di lavorare, e sono più focalizzate sui progetti. Sei uno smart worker?

  • Il 2015 Millennial Majority Workforce Study, pubblicato nel 2014 da Elance-oDesk e incentrato sulla Generazione Y, ha rilevato che il 58% dei millennial prevede di mantenere lo stesso posto di lavoro per meno di tre anni. Lo studio mette il dato a confronto con le generazioni precedenti: in media, la Generazione X lasciava l'azienda dopo cinque anni, e i Baby Boomer dopo sette.

  • Come illustra il grafico qui sopra, i responsabili del personale di questo campione di lavoratori hanno trovato differenze radicali nelle personalità, nelle abilità e nelle aspettative dei soggetti.

  • Gli studi dirigenziali di tutto il mondo hanno identificato le caratteristiche delle Generazioni X e Y che cambieranno il futuro del lavoro. Sono più tecnologici, ma anche molto più predisposti al multi-tasking, essendo abituati a passare da un dispositivo all'altro fin da piccoli.

Top

 

La nazione dei "Freelance"

  • Quanto del tuo lavoro svolgi fuori dall'ufficio?

  • Nel settembre 2014, la Freelancers Union, un'organizzazione nazionale statunitense, ha pubblicato un sondaggio che dimostra che il 34% della forza lavoro del paese è costituito da freelancers, e tra i millennial la percentuale sale al 38%. L'organizzazione la definisce "la nuova normalità". Nuovi tipi di lavoratori svolgono nuovi tipi di lavoro, e lo fanno in modo nuovo.

  • Per essere più precisi, la nostra ricerca dimostra che un terzo del nostro campione svolge almeno il 30% del lavoro al di fuori dell'ufficio, e meno di un quarto lavora solo in una sede centrale fissa. Al contrario, 1 intervistato su 5 svolge almeno il 50% del lavoro altrove, e 8 intervistati su 10 portano il lavoro a casa nel corso di un mese di lavoro medio (pertanto non c'è da stupirsi se quasi il 60% del campione sostiene che "La vita familiare risente molto delle pressioni sul lavoro.").

Top

 

Il controllo delle informazioni Smart

  • Quante volte alziamo gli occhi dal portatile e vediamo la persona accanto a noi in treno, in aereo o al bar distogliere rapidamente lo sguardo e ci chiediamo quanto abbiano visto?

  • Si stima che ogni anno vengano persi 10 milioni di dispositivi contenenti dati commerciali sensibili. Qualche anno fa, il cellulare ha superato l'ombrello in quanto a oggetto smarrito più spesso nella metropolitana di Londra. Di solito se ne sente parlare quando un dipendente statale lascia i registri fiscali di 20 milioni di persone al bar. Le aziende si sentono pertanto responsabili di proteggere i dati sensibili. Il problema della sicurezza non esiste solo nello spazio digitale. L'aumento del lavoro remoto implica che sempre più persone consultano materiali sensibili dai propri schermi in luoghi pubblici.

Top

 

Tenersi in contatto nel mondo smart

  • In futuro bisognerà soddisfare l'esigenza dei lavoratori smart (e dei clienti smart) di essere sempre connessi, ovunque si trovino. 

  • Molti lettori si ricorderanno che un tempo essere fuori ufficio significava non essere reperibili (nel bene e nel male). In futuro bisognerà soddisfare l'esigenza di essere sempre rintracciabili.

  • Nel 2014 c'erano 48 milioni di hotspot Wi-Fi in tutto il mondo, il doppio di quelli esistenti nel 2013, secondo un'indagine di iPass, che prevede che entro il 2018 aumenteranno a circa 350 milioni (ovvero circa uno per ogni 20 persone nel mondo).

Top

 

Il controllo delle informazioni smart 

  • Quand’è che lo spazio di lavoro fisico diventa più intelligente e più informato della persona che ci lavora dentro?

  • Secondo la ricerca, il 67% degli impiegati ritiene che le riunioni formali siano molto meno produttive rispetto a quelle informali dell'ultimo minuto e gli incontri "di corridoio" che stimolano la collaborazione. Uno studio del 2014 pubblicato sulla rivista Harvard Business Review (“Workspaces that move people”) ha dimostrato che gli uffici progettati al fine di consentire uno scambio tra persone provenienti da funzioni diverse aumentano i livelli di innovazione. La nuova sede americana della Samsung è stata studiata per "stimolare non solo la collaborazione ma anche quell'innovazione che emerge quando le persone si scontrano".

  • Secondo il campione di riferimento selezionato da Leitz, molte aziende possono fare di meglio da questo punto di vista; solo il 15% valuta i propri uffici come "Ottimi" nel fornire spazi flessibili per i team di progetto e il 16,5% li valuta "Ottimi" nell'offrire aree informali per riunioni ad hoc.

Top

 

Mantenersi smart

  • Abbiamo chiesto al nostro campione di riferimento quanto fosse importante secondo loro la capacità di fare buone presentazioni per i business leader di oggi e di domani. Al 62% è sembrata "importante", ma per il 31% era "fondamentale", quindi chiunque desideri diventare un business leader di domani dovrà essere in grado di preparare ed esporre presentazioni spettacolari, spesso in tempi rapidissimi.

  • Le presentazioni di grande effetto richiederanno strumenti "smart". I vecchi tempi del puntatore telescopico per evidenziare i punti più importanti sulla lavagna a fogli sono ormai passati. Nasceranno dispositivi multi-funzione come la Penna Stylus Pro Presenter Leitz Complete.

Top

Quanto sei smart?

  • Con l'evoluzione del luogo di lavoro da semplice scrivania ad ambiente olistico, in cui sempre più persone lavorano da remoto per tutto o quasi tutto il tempo, la presenza dietro alla scrivania non è più un metro di misura efficace per valutare la produttività.

  • Su questo punto, il campione di riferimento di Leitz è stato incoraggiante. Alla domanda "la tua azienda si fida di come gestisci il tempo e la produttività quando lavori da remoto?", il 28% ha risposto "Molto" e un 44% ha risposto "Parecchio".

Top

Aziende e social network

  • Per molte persone, il proprio valore si misura non solo in base allo stipendio o il titolo (sebbene questi due parametri definiranno sempre la posizione sociale), ma anche alla propria reputazione.

  • I singoli lavoratori diventeranno "marchi", sfruttando i social media aziendali per farsi pubblicità, all'interno e all'esterno delle aziende. Le tue capacità, i tuoi valori, la tua esperienza, il tuo successo sui social media aziendali diventeranno tutti indicatori fondamentali di chi tu sia e quanto tu sia preparato per il mondo del lavoro smart.

Top

Il lavoro "agile"

  • Attraverso il concetto di "Lavoro Agile", le organizzazioni più grandi hanno tentato di unire scalabilità e velocità per ottenere la massima efficienza.

  • L'“Agile Future Forum”, un'organizzazione istituita per sostenere e diffondere le pratiche del "lavoro agile", identifica quattro dimensioni fondamentali: il tempo (quando si lavora?), il luogo (dove si lavora?), il ruolo (cosa si fa?) e la fonte (chi esegue il lavoro?).

  • Piuttosto che vederlo come l'ennesima teoria gestionale astratta, le aziende che hanno accolto il lavoro agile lo considerano un processo di trasformazione.

  • In un certo senso lo possiamo interpretare così: grandi aziende che adottano la fluidità, l'informalità e la scioltezza delle organizzazioni più piccole. Unire la massa critica a una filosofia di gestione che, come è giusto che sia, concede ai dipendenti più fiducia e autonomia.

Top

Le Start-up

  • Le start-up possono sfruttare spazi di lavoro temporanei e flessibili, poiché tendenzialmente sono meno vincolate dalla vicinanza agli impianti produttivi (o addirittura non producono nulla di fisico o tangibile). Hanno meno bisogno di infrastrutture informatiche, o possono accedervi a basso costo e da remoto. Spesso non hanno bisogno di personale a tempo pieno con costi fissi elevati. Giocano secondo le regole delle imprese "guerrilla".

  • Come osservò l'Economist nel 2014, “grazie a soluzioni come il cloud computing, che consente alle piccole imprese di acquistare grandi quantità di capacità informatiche a basso costo, gli imprenditori possono creare imprese globali con budget ridicoli”.

  • In pratica, ogni azienda dovrebbe avere una mentalità da start-up, chiedendosi sempre: “cosa faremmo ora se stessimo partendo da zero?”.

Top

Mentre Leitz espone le ultime novità all'IFA di Berlino, pubblichiamo la 3° parte del nostro White Paper: Work Smart. Work Mobile, insieme a nuovi fatti e scoperte presi da un recente studio proprietario di Leitz.

 

  • Il nostro sondaggio corrisponde alle statistiche del White Paper; il mondo del lavoro sta diventando sempre più mobile, e la mobilità sta diventando sempre più importante.
  • Il mondo del lavoro ha colto le esigenze dei lavoratori in movimento? I 2/3 dei lavoratori lavorano fuori dal proprio ufficio e i 2/3 di questi restano regolarmente con la batteria scarica.Has the world of work caught up to the needs of the mobile worker?2/3 of workers work outside their office and 2/3 of these regularly run out of battery.
  • Ciò non significa che i vecchi strumenti siano stati abbandonati; oltre il 90% usa regolarmente blocchi di carta per prendere appunti e prevede un maggior uso di documenti come Word, PowerPoint ed Excel nel futuro.

Clicca qui per leggere tutta la ricerca.

Top

Riunioni, riunioni, e ancora riunioni

  • Allora, ci siamo convinti dell'importanza di essere agili e reattivi. E questo come influisce sul nostro modo di comunicare, sia come società che come dipendenti o lavoratori autonomi?

  • Una ricerca condotta da Bain nel 2014 ha dimostrato che il 15% del tempo collettivo di un'azienda viene trascorso in riunioni, e che la percentuale è aumentata di anno in anno dal 2008.

  • Così come "multi-media" significa l'uso di più media, spesso contemporaneamente (guardando la TV, navigando sul tablet e mandando messaggi dal cellulare allo stesso tempo), sul lavoro incontreremo e interagiremo con sempre più persone e in più modi (anche se nella maggior parte dei casi ciò avverrà ancora faccia a faccia).

  • La ricerca di Leitz ha dimostrato che oltre i 4/5 delle persone prevede che in futuro il loro lavoro diventerà più o altrettanto diversificato, mobile, internazionale, legato ad applicazioni e dispositivi.

Top

Leitz Complete - Travel Light

Viaggiare leggeri

  • Nella ricerca condotta da Leitz tra i lavoratori mobili, avere troppi oggetti da portare in giro è stato visto come il primo o il secondo problema più importante da oltre il 20% del campione.

  • Valigie e custodie rappresenteranno aree di sviluppo importanti, in grado di sfruttare tecnologie e materiali innovativi. Una custodia in grafene avrebbe un peso minimo rispetto all'odierno equivalente in plastica o in cuoio, e sarebbe anche molto più resistente.

  • I bagagli a mano del futuro saranno veri e propri mini uffici, con tanto di caricabatterie per i dispositivi, ancora più compattabili, ancora più leggeri e con sistema di tracciamento integrato, per essere recuperati facilmente in caso di furto o smarrimento. Secondo la ricerca proprietaria di Leitz, tutti questi punti sarebbero fattori chiave, con il massimo dell'interesse per i bagagli con caricabatterie integrato; quasi il 50% del campione di riferimento vorrebbe possederli.

Top

Le Borse da viaggio Leitz Complete hanno vinto un iF Design Award 2015!

Il design e la fattura delle Borse da viaggio Leitz Complete sono in linea con le aspettative dei viaggiatori business moderni: materiali di altissima qualità, comodi da trasportare, spaziosi, e con tasche disposte in modo intelligente. Una borsa pensata per organizzarsi in modo efficiente.


Lo hanno riconosciuto anche i 53 membri della giuria degli iF Design Award. L'iF Design Award è riconosciuto in tutto il mondo come marchio di eccellenza nell'ambito del design. Il logo iF è simbolo riconosciuto a livello internazionale che identifica prodotti dal design eccezionale.

Borse da Viaggio Leitz Complete - Business class in ogni dettaglio.

Leggi il comunicato stampata completo, cliccando qui.

Top

Leggi anche il White Paper 2017

Vedi anche il White Paper 2016